lunedì 19 gennaio 2015

PD, primarie, Cofferati...


Stupidamente stupita?
Parlo dell'attacco concentrico della stampa a Cofferati, per la sua uscita dal PD, dopo lo scandalo delle primarie liguri.
Primarie inquinate dalla mafia, dal voto di persone straniere di nazionalità cinese e marocchina andati al voto, sembra, per 2 euro, oltre che dalla partecipazione della destra.

Probabilmente sarà interessata la Procura, ma Renzi ha tirato dritto.
La "vincitrice, Paita, è una collaboratrice di quel Burlando che ha governato finora, accusato di aver provocato la rovina del territorio ligure (in occasione della recente alluvione), grazie al suo spasmodico entusiasmo per l'edilizia.


Ho letto ieri un articolo di Repubblica in cui veniva fatto dal giornalista Merlo un ritratto di Cofferati, in cui venivano descritti i suoi difetti, tra i quali: l'essere un uomo di sinistra, l'essere rimasto attaccato all'articolo 18, al sindacalismo in cui si difendono gli operai, e non si ama la flessibilità del neoliberismo, eccetera.
Solo che per me questi non sono difetti, ma doti.
Questi sono comportamenti di sinistra, e un partito di sinistra, quale dichiara di essere il PD, dovrebbe fare per l'appunto una politica di sinistra, difendendo i diritti dei lavoratori. Altrimenti prima o poi sparisce.
Un partito di sinistra non può fare la politica della Troika, e non si allea col partito di un pluricondannato.

Quello che mi ha più colpito è stato l'attacco anche di quella parte della stampa  che, come il PD, continua a definirsi di sinistra, ma ha perso il baricentro. Avrà i suoi motivi, mi pare ovvio.

Cofferati, come tutti gli esseri umani, avrà i suoi difetti.
Ricordo però che da sindacalista fu capace di mobilitare, contro Berlusconi, 3.000.000 di lavoratori contro l'attacco all'articolo 18.

Ricordo anche che, finito il suo lavoro da sindacalista, il PD o come allora si chiamava, resistette con tutte le sue forze all'entrata in politica di Cofferati, nell'ambito del partito. 
E' chiaro che li avrebbe schiacciati tutti, e poco gliene fregò di perdere una figura di valore.





2 commenti :

  1. d'accordo, ahimè
    Mara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, continuo a sperare che possa tornare qualche comportamento apprezzabile in politica e altrove.

      Elimina